Come lavare un cappello in lavatrice

Il vostro cappello preferito ha un disperato bisogno di essere lavato e siete scettici se gettarlo o meno in lavatrice perché pensate che potrebbe rovinarsi.

Le vostre preoccupazioni sono valide e non siete gli unici a condividere questa paura.

I cappelli sono infatti articoli delicati da lavare, soprattutto quelli da baseball che richiedono una pulizia regolare. Se non vengono puliti correttamente, potrebbero perdere la loro consistenza intorno ai pannelli frontali.

Questo problema fa sempre sorgere la domanda su come lavare un cappello in lavatrice.

Fortunatamente per voi, dopo numerose ricerche, abbiamo trovato il modo di farlo senza rovinare il vostro cappello o berretto da baseball preferito.

Prima di gettare il cappello in lavatrice, è necessario prendere nota del tipo di materiale di cui è fatto il cappello.

In questo modo è possibile capire come pulirlo correttamente in lavatrice e non danneggiarlo.

Di seguito, abbiamo suddiviso come lavare un cappello in lavatrice, in base al materiale del cappello stesso.

Ecco i diversi tipi di cappelli e come lavarli in lavatrice

Cappelli di paglia

Non sappiamo perché si possa pensare di pulire un cappello di paglia in lavatrice. Questo tipo di cappelli richiede una pulizia delicata e manuale.

Lavare il cappello di paglia in lavatrice lo rovinerà in modo irrecuperabile e non si potrà più tornare indietro. Se il cappello ha un valore sentimentale, la distruzione sarà ancora maggiore.

Cappelli di lana

Questi tipi di cappelli possono essere lavati sia manualmente che in lavatrice. Si consiglia di lavare il cappello di feltro di lana manualmente.

Tuttavia, se avete poco tempo e l’opzione della lavatrice è l’unica che vi rimane, assicuratevi di seguire attentamente i seguenti passaggi:

  • Per evitare che le fibre di lana del cappello si rovinino, assicuratevi di impostare la lavatrice sull’opzione di lavaggio più delicata.
  • Se volete mantenere inalterato il colore del vostro cappello di lana, vi consigliamo di lavarlo con acqua fredda. Per quanto l’idea possa essere allettante, l’uso di acqua calda per lavare il cappello di lana potrebbe far sbiadire il colore.
  • Proteggete il vostro cappello mettendolo in un sacchetto per indumenti prima di metterlo in lavatrice. In questo modo si evita che venga ammaccato dall’agitatore della lavatrice.
  • Lavare il cappello solo con capi dello stesso colore per evitare tinture accidentali. Lasciando a noi il compito di lavare il cappello da soli per evitare errori.
  • Un detergente delicato è il vostro migliore amico quando cercate di pulire il vostro cappello di lana. Se non siete sicuri della marca da utilizzare, potete provare Woolmark.
  • Al termine del ciclo di lavaggio, utilizzare un asciugamano pulito per assorbire l’acqua in eccesso dal cappello.
  • Per evitare che la tesa si deformi, mettete il cappello su una superficie piana e lasciatelo asciugare all’aria. Evitare di esporre il cappello di lana appena lavato alla luce diretta del sole.

Cappelli in cotone

Il cotone viene utilizzato per produrre un’ampia gamma di cappelli, dall’intramontabile berretto da baseball al fedora.

Per questa categoria, utilizzeremo il berretto da baseball come esempio di cappelli di cotone per la pulizia.

I cappellini da baseball sono una presenza quasi quotidiana in America e vengono utilizzati spesso soprattutto per proteggere gli occhi e il viso di chi li indossa dalla luce diretta del sole.

Per questo motivo, i cappellini da baseball tendono a sporcarsi molto e abbastanza facilmente, soprattutto a causa del sudore.

Per pulire correttamente un cappello di cotone, seguite questi passaggi per ottenere risultati ottimali:

  • Pulire preventivamente le aree specifiche del cappello soggette a sporco e sporcizia, in particolare le fasce parasudore.

Per rimuovere lo sporco da queste aree si può usare uno smacchiatore in gel come OxiClean o optare per detergenti per bucato pesante.

  • Per evitare che il cappellino da baseball perda il suo colore o ne assuma un altro, si consiglia di metterlo in lavatrice con un piccolo carico di bucato o, come consigliamo sempre, di fare un lavaggio in solitaria.
  • Scegliete un ciclo delicato in lavatrice e utilizzate acqua fredda per pulire il cappello di cotone per ottenere i migliori risultati.
  • Per aiutare il cappello da baseball a mantenere la sua forma, si può utilizzare una forma per cappelli. Nel caso in cui non abbiate una forma per cappelli, non costa molto averla, con un prezzo medio di 5 dollari; un piccolo prezzo per mantenere in forma i vostri cappelli da baseball.
  • Alla fine del ciclo di lavaggio, mettete il cappello ad asciugare all’aria con la forma ancora attaccata. Se non avete a disposizione una forma per cappelli, utilizzate un contenitore a forma di testa per sostenere il cappello mentre lo lasciate fuori ad asciugare all’aria.

Cappelli in pelle scamosciata

I cappelli in pelle scamosciata sono una versione più delicata dei cappelli in pelle e richiedono una cura assoluta durante la pulizia, soprattutto in lavatrice.

Anche se la pulizia dei cappelli in pelle scamosciata è sconsigliata dalla maggior parte dei produttori, è comunque considerata un’opzione valida se si sceglie di pulirli regolarmente in questo modo.

Per evitare di rovinare il cappello in pelle scamosciata, prestate molta attenzione alle istruzioni riportate di seguito:

  • Quando si usa la lavatrice per pulire il cappello in pelle scamosciata, assicurarsi di utilizzare detergenti specifici per prodotti in pelle scamosciata e cuoio, come Colourlock.

Per determinare la quantità di detersivo da utilizzare, consultare le indicazioni riportate sul flacone del detersivo.

  • Assicurarsi di utilizzare un ciclo di lavaggio delicato e acqua fredda per il cappello in pelle scamosciata. Non aggiungere ammorbidente al lavaggio.
  • Dopo il ciclo di lavaggio, tirare fuori il cappello e assicurarsi di aggiustarlo delicatamente per fargli assumere la forma originale.
  • Per assorbire l’acqua residua, stendere il cappello su un asciugamano pulito e asciutto. Lasciate il cappello in pelle scamosciata in questa posizione e lasciatelo asciugare all’aria.

Cappelli in organza sintetica

I materiali di organza sono molto delicati e in genere non è consentito lavare i cappelli di organza in lavatrice.

Tuttavia, si possono fare delle eccezioni e inoltre le regole sono fatte per essere infrante. Per pulire correttamente i cappelli realizzati con questo materiale, è necessario:

  • Procuratevi un detersivo per bucato delicato e consultate l’etichetta per determinare la quantità di detersivo da aggiungere al vostro bucato.
  • Mettete il cappello in lavatrice e impostate “delicato” o “delicato” prima di avviare il ciclo di lavaggio.
  • Al termine del ciclo di lavaggio, estrarre il cappello e metterlo nell’asciugatrice. Prima di avviarla, impostare l’asciugatrice a calore basso.
  • Dopo aver asciugato il cappello, la cosa successiva da fare è stirarlo con un’impostazione a calore basso e con movimenti bruschi sulla superficie del cappello. In questo modo si eliminano le grinze sul cappello.

Cappelli in pelliccia sintetica

I cappelli di pelliccia sintetica sono un’alternativa cruelty-free ai cappelli di pelliccia vera e propria e possono essere molto piacevoli da indossare se ben curati.

Potreste essere scettici sul lavaggio di questo tipo di cappelli perché sono fatti di pelliccia, ma state certi che sono ben attrezzati per essere lavati in lavatrice.

Pulire i cappelli di pelliccia sintetica non è affatto complicato. Tutto ciò che dovete fare è:

  • Impostate la lavatrice su delicato o delicata.
  • Per il lavaggio di questo tipo di cappello, utilizzare acqua fredda e un detergente delicato.
  • Non gettate il cappello di pelliccia sintetica nell’asciugatrice dopo aver completato il ciclo di lavaggio. Piuttosto, arrotolate il cappello umido in un asciugamano spesso, pulito e asciutto, in modo che possa assorbire l’umidità in eccesso dal cappello.
  • Dopo aver rimodellato il cappello, asciugarlo all’aria.

Conclusione

I cappelli sono molto apprezzati per il loro ruolo nella nostra vita. Sia che servano a tenere la luce del sole lontana dai nostri occhi, sia che siano semplicemente una novità, questo accessorio si è sempre imposto nel corso dei decenni.

È poco igienico lasciare un cappello sporco o sudicio, quindi è necessario pulirlo regolarmente.

In generale, si consiglia di pulire i cappelli manualmente. Tuttavia, questo non può avvenire sempre, perché potremmo non avere abbastanza tempo per farlo in questo modo.

Si tenga presente che la forza dei detergenti varia da marca a marca e che è necessario fare uno sforzo consapevole per assicurarsi che il detergente utilizzato per la pulizia del cappello sia adatto al materiale di cui è fatto.

Inoltre, per quanto non sia stressante gettare semplicemente il cappello in lavatrice, evitate di farlo diventare una pratica regolare.

Utilizzate la lavatrice solo occasionalmente e per una buona ragione. Oltre ai cappelli in organza sintetica, l’asciugatura all’aria è il metodo consigliato per asciugare i cappelli. L’uso dell’asciugatrice può causare danni irreversibili ai cappelli.

Leave a Comment